BETFLAG, A NAPOLI UN GRAN PREMIO DA 440MILA EURO
Riservato ai quattro anni ha perso però il tocco di internazionalità del passato

440mila buoni motivi per esserci. Il nuovo look del Gran Premio Unione Europea riservato ai 4 anni di ogni paese - Gruppo 1, 2100 metri - in programma domenica prossima a Napoli ha un appeal dal punto di vista economico decisamente interessante. Ma non è bastato però ad avere il tocco di internazionalità, così che tra i tredici soggetti al via il made in Italy regna sovrano.

Certo, c'è la presenza di Vivid Wise As, ormai da mesi alle dipendenze di Sebastien Guarato in Francia, ma questo, rispetto ai fasti dei giorni in cui questo GP era l'Europa che si disputava a Milano sulla vecchia pista di San Siro ed era uno dei punti di riferimento del programma continentale, è un piatto diverso. I tempi cambiano.

Dal punto di vista tecnico Alessandro Gocciadoro è ancora l'allenatore da battere. Il trainer parmense presenta in primis Vitruvio, favorito a 1,8 nelle quote in ante-post di BetFlag. Proprio Vivid Wise As - proposto a 4 dal provider - è il principale avversario. Un'altra allieva di Gocciadoro, Vanesia Ek, è la terza forza del campo a 5,5.