GRANDE ATTESA PER LA 69a EDIZIONE DEL GRAN PREMIO LOTTERIA AGNANO
L’analisi tecnica degli esperti di BetFlag sulle batterie del Gran Premio

Ci sono oltre 700mila buone ragioni per essere un cavallo da corsa ed essere a Napoli il 1° maggio. I soldi messi in palio dal Gran Premio della Lotteria vanno al di là di quello che è il valore tecnico della corsa, buono per gli standard italiani, di pura routine per quelli continentali. La formula però è sempre quella, affascinante ed elettrizzante, delle tre batterie più finale e consolazione, in un ippodromo che, almeno per un giorno, grazie alla passione popolare, alla magia del brand "Lotteria" e alla capacità dei suoi uomini di stare sul pezzo, è una delle poche isole felici dell'ippica made in Italy.

PRIMA BATTERIA
Urlo dei Venti è l'osservato speciale. Certo, l'estrazione dei numeri non è stato benevolo, a differenza del francese Dreammoko e di Tamure Roc, al centro del pacchetto. 1.60 la quota del figlio di Mago d'Amore allenato ed interpretato da Enrico Bellei nelle quote in ante-post di BetFlag.

SECONDA BATTERIA
Uragano Trebì ha la corda e la possibilità di essere parte attiva della corsa sin dal via. 2 pulito la quota proposta da Betflag. A misurarlo l'italiano di Francia Vivid Wise As, in sulky al quale si accomoda Edo Loccisano. Arazi Boko, un rinato Probo Op e Sharon Gar compongono la rosa delle sorprese.

TERZA BATTERIA
Il vincitore dell'edizione 2017 vive qui. Timone Ek, allenamento di Philippe Billard, quindi Fabrice Souloy, è il naturale punto di riferimento visto che quando torna in Italia comincia a volare. Betflag lo propone a 1,80. Avversario principale l'invader Dante Boko che Lutfi Kolgjini affida alle mani sempre sapienti di Giampaolo Minnucci.